Uomo morto a Pescara nel cantiere abbandonato della Tiburtina

Un uomo è morto a Pescara oggi, mercoledì 20 giugno in un cantiere abbandonato nella zona della Tiburtina. Inutili i soccorsi.

E’ stata quasi certamente una overdose a togliere la vita ad un trentenne oggi a Pescara. L’uomo, originario di Mazara del Vallo, ha accusato un malore mentre si trovava in un cantiere dismesso nella zona della Tiburtina, a ridosso del quartiere Rancitelli, abituale e improvvisato domicilio di tossicodipendenti e senza tetto.  A chiamare i soccorsi è stata la compagna dell’uomo: vani i tentativi di rianimarlo da parte del personale del 118: il giovane è morto durante il trasporto in ospedale. Sul posto sono intervenuti anche gli uomini della Squadra Mobile di Pescara diretti da Dante Cosentino. Sarà disposta l’autopsia.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

1 Commento su "Uomo morto a Pescara nel cantiere abbandonato della Tiburtina"

  1. Pescara ha bisogno di un Prefetto di ferro che svolge la sua funzione con passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*