Uomo cade nel fiume Sangro e muore

Ambulanza-2

Uomo cade nel fiume Sangro e muore mentre stava pescando sulla riva. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio al confine con il porto turistico di Fossacesia.

Luciano Cimini, 42 anni, di Torino di Sangro stava pescando con la tecnica del lancio della rete, quando è improvvisamente caduto in acqua ed annegato per l’enorme portata del corso d’acqua. L’incidente è avvenuto dopo le 15.30. Il figlio Francesco, 24 anni, che era con lui, è rimasto ferito dopo essere caduto  in acqua ma fortunatamente è riuscito a raggiungere la riva. Padre e figlio hanno perso l’equilibrio lanciando la rete e sono caduti in acqua in prossimità della foce del Sangro. L’allarme è stato lanciato da altri pescatori presenti sul posto. Sul luogo della tragedia è immediatamente giunta una motovedetta della Capitaneria di Porto di Ortona. Il corpo senza vita del pescatore è stato recuperato e trasportato su un gommone al locale porto turistico. Sul posto anche i carabinieri di Fossacesia. La Procura di Lanciano ha aperto un ‘inchiesta. Il pm Rosaria Vecchi,che coordina le indagini,  ha disposto l’autopsia.

Sii il primo a commentare su "Uomo cade nel fiume Sangro e muore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*