Tollo, una “carta” per l’urbanistica delle aree agricole di pregio

 

Grande partecipazione di pubblico al seminario di studi “Come pianificare le aree agricole di pregio. L’esperienza del Comune di Tollo”, svoltosi presso l’Enomuseo.

Esperti, professionisti, operatori agricoli ed enti pubblici si sono confrontati sul Piano Regolatore Generale di Tollo e -a conclusione della mattinata- la Regione Abruzzo, la Provincia di Chieti, l’Anci, l’Associazione Comuni Virtuosi, gli ordini e i collegi degli architetti, degli ingegneri, degli agronomi, dei geologi, dei periti agrari, degli agrotecnici e dei geometri, Legambiente, e la Federazioni della Coldiretti insieme al Comune, hanno sottoscritto la “Carta di Tollo”, redatta dall’architetto Tommaso Di Biase.
Nel documento sono previsti riconoscimenti per la difesa del suolo agricolo, la riduzione del consumo del suolo, gli incentivi alle ristrutturazioni e all’uso della bioedilizia, i premi al risparmio energetico.

Noi vogliamo partire dalla nostra esperienza –ha spiegato il sindaco di Tollo Angelo Radica- per redigere un documento d’indirizzo oggetto di un protocollo d’intesa da sottoscrivere tra Comune di Tollo, Regione Abruzzo, Provincia di Chieti, Associazione Nazionale Città del Vino, Associazione Comuni Virtuosi e ANCI Abruzzo,  affinché la “Carta di Tollo” diventi una buona prassi regionale nei confronti di tutti i comuni abruzzesi.

Guarda il servizio trasmesso nel Tg8:

 

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Tollo, una “carta” per l’urbanistica delle aree agricole di pregio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*