Terremoto: 6,7 mln per far ripartire imprese e sostenere privati

Confindustria, Cgil, Cisl e Uil insieme per finanziare progetti di aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto del centro Italia: fondo da 6,7 mln di euro.

L’iniziativa è stata messa in campo da Confindustria e dalle sigle sindacali di Cgil, Cisl e Uil che hanno dato vita al comitato sisma centro Italia, con l’obiettivo di favorire la ripartenza delle imprese e sostenere i privati delle quattro regioni terremotate. Il fondo da 6,7 milioni di euro, creato grazie alla solidarietà dei lavoratori e delle aziende italiane, attraverso libere donazioni, sarà a disposizione delle aree colpite.

L’avviso di finanziamento, che mira al comparto sociale e territoriale degli enti locali, promuovendo anche il tessuto operativo delle piccole e medie imprese e dei loro lavoratori, sarà presentato a Norcia giovedì 25 gennaio, alle 15, nel centro polifunzionale. L’informativa sul fondo sarà replicato dai promotori nelle varie zone del cratere per dare spiegazioni e illustrare le modalità di accesso a chi interessato.

L’avviso di finanziamento è suddiviso in due lotti: uno destinato a interventi immediati per il miglioramento della qualità della vita delle persone, coinvolte dal sisma, e prende il nome di Qip-Quick impact project; l’altro è invece riservato a progetti di rilancio delle imprese (Imp-Imprese).

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Terremoto: 6,7 mln per far ripartire imprese e sostenere privati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*