Teramo: tentata truffa del terremoto, geometra condannato

giustizia

Teramo: tentata truffa del terremoto, geometra condannato ad un anno di reclusione. E’ accusato di aver firmato perizie attribuendo falsamente al sisma del 2009 danni ad edifici di Controguerra.

Teramo: tentata truffa del terremoto, geometra condannato. Si tratta di Domenico Grilli finito sotto processo per la tentata truffa e falso ideologico insieme ad altre tre persone . Erano accusati di aver falsamente attestato un nesso di causalita’ tra il terremoto del 2009 e le lesioni di alcune abitazioni di Controguerra  per le quali erano stati chiesti i relativi fondi. Lesioni che secondo la Procura di Teramo erano preesistenti al sisma e che al massimo, in alcuni casi, si sarebbero solo aggravate. Il geometra è stato condannato  ad un anno di reclusione mentre sono stati  l’assolti gli altri tre imputati, il geometra Francesco Silvi e gli architetti Pasquale Di Biagio e Marco D’Annuntiis, “perché il fatto non sussiste” . In tutti i casi finiti sotto la lente di ingrandimento della Procura teramana i fondi non erano stati erogati, da qui l’accusa di tentata truffa. Quella su Controguerra era solo una delle numerose inchieste su presunte truffe del terremoto aperte dalla Procura di Teramo negli anni scorsi. Inchieste che hanno toccato anche Corropoli (con un’indagine che aveva coinvolto lo stesso Grilli), Isola del Gran Sasso e Canzano.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Teramo: tentata truffa del terremoto, geometra condannato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*