Teramo, malata di Sla senza assistenza

Ha iniziato da oggi un nuovo digiuno di protesta Tonino Serafini, il marito della disabile Liliana Paolizzi che vinse la battaglia per far installare l’ascensore nella palazzina Ater di Teramo. Malata di Sla con invalidità al 100%, la donna non ha assistenza domiciliare.

Proprio in questi giorni il tema dell’assistenza per i disabili a Teramo è al centro del dibattito cittadino, con la protesta delle associazioni per i tagli alle prestazioni e l’apertura di un tavolo di confronto.

Liliana ha fatto più volte domanda per ottenere l’assistenza domiciliare.

La risposta, racconta Tonino, è paradossale: “mi hanno detto che essendo un dipendente comunale in pensione, avrei potuto avere dei contributi dall’Inps assumendo qualcuno. Una chiara discriminazione, viste le gravi difficoltà economiche che viviamo”. L’uomo ha avviato lo sciopero della fame, e ha annunciato l’intenzione di voler togliere l’alimentazione alla moglie il 14 settembre prossimo, giorno del suo compleanno.

 

L’intervista al marito

Il caso di Liliana e l’ascensore negato: i video


La protesta dei disabili a Teramo: i video

 

 

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Teramo, malata di Sla senza assistenza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*