Teramo, fa la pipì davanti al seggio

A movimentare la giornata referendaria un episodio curioso davanti ad un seggio a Teramo: fa la pipì in pubblico e viene denunciato.

L’episodio è avvenuto ieri nel bel mezzo delle votazioni del Referendum sulle trivelle, e nel pieno centro della città di Teramo. A due passi dal seggio n°1 in Via Nicola Palma, nell’area espositiva del Comune, un cittadino romeno stava facendo la pipì nel cortile, nel mentre c’era l’andirivieni degli elettori. Alcuni di essi hanno richiamato i poliziotti che presidiavano il seggio all’interno, che hanno fatto ricomporre l’uomo, denunciandolo per atti osceni in luogo pubblico. Il secondo episodio di cronaca, è avvenuto a Roseto ed ha maggiore attinenza con il referendum, in quanto i carabinieri sono dovuti intervenire per fermare un 80enne il quale aveva lanciato dei volantini per il “Si” davanti al seggio della contrada Santa Petronilla.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Teramo, fa la pipì davanti al seggio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*