Teramo: denunce e daspo per il post partita col Lumezzane

Tifoserie violente: disposti sei daspo nei confronti di alcuni ultras accusati di aver aggredito degli stewards dopo la partita di calcio Teramo-Lumezzane.

L’incontro sportivo, valevole per i play out del campionato nazionale di Lega Pro, girone B, si era disputato il 28 maggio nello stadio “G. Bonolis” di Teramo, tra la locale formazione e quella del Lumezzane. A fine partita però alcuni ultras locali si resero responsabili di gravi atti di violenza nei confronti degli stewards che stavano a presidio delle uscite della curva, forzando anche un cancello.

A seguito delle indagini svolte dalla Digos e dirette dal vice questore aggiunto Luca Benedetti, sono stati identificati e denunciati all’autorità giudiziaria sei ultras (M.F, 37enne, M.G., 35enne, V.D., 39enne, C.M., 47enne, M.G., 52enn, e M.A., 22enne), a carico dei quali sono stati emessi dal questore dei daspo, provvedimenti interdittivi di durata variabile, a seconda dei casi, da tre, cinque e otto anni. In particolare, per tre ultras, già in passato destinatari di analoga misura, la durata del provvedimento sarà di otto anni, di cinque anni a carico di altri due e tre anni quello per il sesto ultrà intemperante.

Per tutti, ad esclusione di quest’ultimo, è stato disposto anche l’obbligo di presentazione presso un ufficio di polizia in occasione degli incontri ufficiali della squadra del Teramo Calcio.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Teramo: denunce e daspo per il post partita col Lumezzane"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*