Tentato omicidio Pescara, la moglie resta in carcere

Resta in carcere Daniela Lo Russo, accusata insieme al figlio del tentato omicidio a Pescara del marito, un 52enne di Spoltore

Nei suoi confronti regge l’accusa di aver attentato alla vita del marito, titolare di una piccola attivita’ edile, somministrandogli il “coumadin”, potente anticoagulante. A confermare la misura cautelare il gip del Tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, che ha respinto la richiesta di sostituzione della misura. Il giudice, inoltre, ha respinto anche la richiesta presentata dall’avvocato di Andrei Edwin Zabala Mosquera, il colombiano residente a Silvi accusato di lesioni personali aggravate in concorso ai danni del marito della 42enne. Il colombiano che, secondo l’accusa, sarebbe stato assoldato da madre e dal figlio Michele Gruosso (22 anni) per aggredire la vittima, rimane agli arresti domiciliari.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Tentato omicidio Pescara, la moglie resta in carcere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*