Tentato omicidio a Poggiofiorito: pugnalato da due parenti

Lite per soldi degenerata nel sangue. Tentato omicidio a Poggiofiorito dove un uomo è stato pugnalato dal cognato e dal nipote, in fuga nella notte.

La vittima dell’aggressione armata è G.C. (49 anni) residente a Poggiofiorito, ma originario di Sorrento. Ieri sera verso le 18 si stava recando nella rimessa agricola, in località Sodera nei pressi del cimitero, per prelevare legna da ardere quando è stato affrontato dal cognato e dal figlio di quest’ultimo. Si è accesa una lite ad alta voce, sembra per ragioni di eredità. Le urla hanno attratto l’attenzione delle figlie del 49enne, che sono uscite di casa, ma non hanno fatto in tempo a raggiungere il terzetto prima che i due parenti estraessero ciascuno il coltello e ferissero il padre. Il malcapitato si è accasciato al suolo colpito in varie parti del corpo, mentre il cognato e il nipote (che vivono a Pescara) si allontanavano dalla zona sembra anche urlando frasi di morte. Chiamati dalle figlie, sono arrivati gli uomini del 118 per trasportare la vittima in ospedale a Chieti, dove versa in gravi condizioni ma non in pericolo di vita, e i Carabinieri di Orsogna, che hanno avviato già da ieri sera la caccia all’uomo per i due aggressori in fuga, sembra a bordo di una moto. Le ricerche si sono estese nella notte anche a Pescara dove i due risiedono. A loro carico il PM di Chieti Lucia Anna Campo ha già profilato l’ipotesi di reato di tentato omicidio.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Tentato omicidio a Poggiofiorito: pugnalato da due parenti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*