Stadio della Roma, arrestato un abruzzese

C’è anche un professionista abruzzese tra le 9 persone arrestate nell’inchiesta per il nuovo stadio della Roma.

In carcere è finito Nabor Zaffiri, domiciliato ad Avezzano e legale di fiducia del gruppo Parnasi. E’accusato di associazione per delinquere finalizzata ai resti contro la pubblica amministrazione, tra cui la corruzione. La famiglia Zaffiri è molto nota ad Avezzano: il padre Marcello
Zaffiri è titolare del vecchio pastificio di Aielli. Nabor Zaffiri è considerato (anche dagli investigatori della Procura di Roma) un braccio destro di Luca Parnasi, il costruttore attorno al quale ruota l’inchiesta sul nuovo stadio capitolino.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Stadio della Roma, arrestato un abruzzese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*