Sisma Teramo, cinque scuole inagibili

Dopo il sisma, a Teramo sono cinque le scuole inagibili: è il bilancio dei sopralluoghi tecnici effettuati negli istituti scolastici cittadini.

I tecnici della Dicomac della Protezione civile hanno concluso le verifiche sulle 31 scuole del territorio comunale. le verifiche hanno accertato che l’agibilità è stata compromessa dal sisma alla media Savini, all’elementare San Giuseppe, alle materne di via Tevere e Villa Ripa e nella privata dell’infanzia Gemma Marconi-Regina Margherita. Il Comune di Teramo ha aggiunto anche che ieri sono state emanate 18 ordinanze di sgombero per abitazioni a Rapino, Villa Tordinia, Viola Ripa, Piano della Lenta, Colleatterrato e Viale Crucioli, per un totale di 31 famiglie. Inoltre risultano inagibili anche due uffici al primo piano del palazzo Inps di Corso san Giorgio e una parte della Prefettura. Sono stati anche visionati dall’alto, grazie ad un drone, Ponte San Gabriele, Ponte San Francesco e il Duomo, i risultati attesi per i prossimi giorni.

“In totale le ordinanze di sgombero sono ad oggi 222 – sottolinea il Comune – gli sfollati più di 750. Le famiglie che hanno optato per l’ospitalità nelle strutture ricettive sono 36, mentre le famiglie che hanno optato per l’autonoma sistemazione sono 140”.

 

Sii il primo a commentare su "Sisma Teramo, cinque scuole inagibili"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*