Sisma L’Aquila: Cassazione assolve Dolce da frode isolatori

cassazione

Sisma L’Aquila: la Corte di Cassazione ha assolto Mario Dolce dal reato di frode nel processo sugli isolatori sismici.

A emettere la sentenza di annullamento, senza rinvio, per non aver commesso il fatto, è stata la sesta sezione della Cassazione. Il professore Mauro Dolce è stato l’unico ad aver chiesto di essere giudicato con rito abbreviato nel processo sugli isolatori sismici.

“Consapevole della totale correttezza del suo operato, ha scelto di essere immediatamente giudicato piuttosto che seguire le più lunghe procedure del processo ordinario, attualmente in fase di svolgimento in primo grado”. E’ quanto si legge in una nota del dipartimento della protezione civile che continua: la sentenza della Cassazione “pone fine alla vicenda che ha riguardato il professore Dolce, giungendo a quanto il dipartimento della protezione civile ha sempre auspicato: accertare quanto prima la verità dei fatti e, quindi, la totale estraneità del professore al reato di frode nelle pubbliche forniture per cui è stato imputato”.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Sisma L’Aquila: Cassazione assolve Dolce da frode isolatori"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*