Sisma, in Abruzzo chiuse tutte le tendopoli

tendopoli

Sisma: l’Abruzzo ha chiuso tutte le sue tendopoli: anche a Montereale i cittadini rimasti senza tetto sono ora alloggiati nelle strutture ricettive

Da ieri  non ci sono più tendopoli aperte nei comuni abruzzesi colpiti dal sisma del 24 agosto scorso. A Montereale e nei centri del teramano sono stati smantellati i campi della Protezione Civile. Questo il quadro generale: sono scesi complessivamente a 1.644 gli sfollati assistiti nei campi o negli alberghi. Nel Lazio sono ospitate 351 persone, 456 trovano alloggio nelle Marche mentre in Umbria gli assistiti sono 276. Non ci sono più invece persone alloggiate nelle tende in Abruzzo: la gran parte dei cittadini è tornata nelle proprie abitazioni, mentre altri hanno trovato una sistemazione autonoma. Negli alberghi di San Benedetto del Tronto sono ospitate 357 persone, mentre una novantina si trovano nelle new town realizzate a L’Aquila dopo il terremoto del 2009 e 114 sono ospitate presso residenze sanitarie assistenziali.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Sisma, in Abruzzo chiuse tutte le tendopoli"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*