Sicurezza Strada dei Parchi, decreti non ancora firmati

Mentre imperversa la polemica sul Masterplan, restano fermi i decreti per i lavori su Strada dei Parchi. A vuoto l’incontro tra concessionaria e CIPE.

Lo ha reso noto Mauro Fabris (nella foto), vice presidente di Strada dei Parchi, al termine della riunione a Roma con i vertici del Dipartimento della programmazione economica presso la Presidenza del consiglio dei ministri sui circa 200 milioni di euro per la messa in sicurezza di viadotti e piloni.

“Purtroppo, abbiamo dovuto prendere atto che i vertici tecnici del Ministero ancora non ritengono che ci siano le condizioni per firmare i decreti attuativi che autorizzerebbero i lavori di messa in sicurezza dei viadotti, perché a loro dire non c’è la copertura. Per Fabris è un fatto “Incomprensibile, se si considera che il ministro Toninelli ha assunto, pubblicamente, l’impegno dello sblocco dei fondi. I fondi sono importanti per completare la messa in sicurezza proprio di quei viadotti che sono stati oggetto di attenzione in famosi programmi televisivi su scala nazionale che hanno generato allarme nell’utenza – ha concluso Fabris – Sono convinto che il ministro possa risolvere la questione in breve tempo”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Sicurezza Strada dei Parchi, decreti non ancora firmati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*