Si può sparare: aperta la caccia al cinghiale a Pescara

Il sindaco Alessandrini con un’ordinanza apre la caccia al cinghiale a Pescara, dopo gli avvistamenti a Fontanelle e San Donato: il Comune arruola cacciatori

Il Comune di Pescara ordina di sparare a vista ai cinghiali, che hanno iniziato a stabilirsi anche nel territorio cittadino. A seguito di numerose segnalazioni pervenute a Palazzo di Città, il sindaco Marco Alessandrini ha emanato una ordinanza in base alla quale vengono ingaggiati cacciatori per il “prelievo selettivo” dei cinghiali. L’esecuzione dell’ordinanza “in condizioni di sicurezza per la popolazione” andrà fatta rispettare -scrive il sindaco – dalla ex polizia provinciale e dai carabinieri forestali.

Al momento non sono previste (si spera) battute di caccia in Piazza Salotto o a Corso Umberto, ma la presenza dei cinghiali è stata confermata in alcune zone periferiche della città: da Fontanelle a San Donato. Già tre anni fa, nel giugno del 2014, un piccolo cinghiale venne catturato dalla Polizia dopo un rocambolesco inseguimento tra gli stabilimenti. Adesso, con i fucili autorizzati in giro, potrebbe avere qualche problema in più…

IL SERVIZIO DEL TG8:

IL VIDEO LIVE DELLA CATTURA DEL CINGHIALE TRA GLI STABILIMENTI DI PESCARA (2014)

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Si può sparare: aperta la caccia al cinghiale a Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*