Sgomberato il Centro di accoglienza di Alfedena

emigranti-profughi-rete8emigranti, profughi

Contratto irregolare e alimenti scaduti: sigilli della Forestale al Centro di accoglienza di Alfedena che ospitava richiedenti asilo.

Lo sgombero,accompagnato da una sanzione di 1000 euro è stato disposto dal giudice esecutivo di Sulmona e seguito di controlli del Corpo Forestale di Castel di Sangro. Le indagini hanno fatto emergere che la struttura ricettiva extralberghiera, destinata alla prima accoglienza di immigrati che avevano richiesto protezione internazionale, era sprovvista di SCIA. Lo sgombero è stato necessario perché è in corso procedura di pignoramento, e dunque il contratto di sublocazione tra affittuario e attuale gestore della struttura è risultato illegittimo. Il Corpo Forestale dello Stato, inoltre, ha esteso il controllo anche sull’origine merceologica degli alimenti somministrati: alcuni sono risultati scaduti; altri, congelati, non riportavano le indicazioni previste dalla legge in materia di etichettatura.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Sgomberato il Centro di accoglienza di Alfedena"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*