Sevel Atessa, i sindacati contro… la Fiom

sevel1sevel1

Riesplode lo scontro sindacale alla Sevel di Atessa. Dopo lo sciopero della Fiom dura nota di tutte le altre sigle: “Avevate firmato anche voi l’accordo”.

Nel comunicato congiunto di FIM-UILM-FISMIC e UGL provinciali di Chieti, si fa presente che la Fiom ha scioperato contro la riduzione delle pause alla Sevel dimenticando che nel luglio 2011, in Confindustria a Chieti, sottoscrivette con i sindacati e le RSU Sevel l’accordo sulla nuova metrica del lavoro che ha modificato la distribuzione delle pause con la riduzione di 10 minuti.
Inoltre, fanno presente tutti gli altri sindacati, che i dati sul 90% di adesione allo sciopero e poi corretti al 60% come comunicato dalla Fiom, sono “estremamente fantasiosi e molto lontani dalla realtà”.

“In fabbrica ci siamo anche noi” -affermano gli altri sindacati, che ritengono “prioritario giungere a una corretta applicazione della nuova metrica, evitando che i carichi di lavoro siano fuori controllo con rischi per la salute e la sicurezza. Ma va proseguito del lavoro iniziato in questi mesi sulla corretta applicazione della metrica, chiedendo per le postazioni critiche gli aggiustamenti previsti dal Contratto di Secondo Livello”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Sevel Atessa, i sindacati contro… la Fiom"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*