Scuola in Abruzzo, prima campanella in ritardo: si riapre il 16 settembre

Nel tavolo tecnico per il dimensionamento della rete scolastica 2019/2020 l’assessore Piero Fioretti conferma la novità: per la scuola in Abruzzo il ritorno sui banchi è stato posticipato, rispetto alle altre regioni, al 16 settembre.

L’iniziativa ha visto la partecipazione di sindacati, enti pubblici (le quattro province), l’ufficio scolastico regionale e le articolazioni territoriali. La riunione è stata convocata a seguito dell’approvazione del nuovo calendario scolastico.

“Il nostro obiettivo è quello di affrontare, per tempo, tutte le criticità e raccogliere le proposte che proviene dal mondo della scuola – ha osservato l’assessore Piero Fioretti -. L’approvazione del calendario, avvenuto in anticipo rispetto al passato, è stato apprezzato. Il tavolo di oggi – ha concluso – è stato convocato per acquisire le proposte e le criticità. Con i sindacati, invece, abbiamo affrontato il tema del personale”.

È stato predisposto un cronoprogramma per giungere a una proposta condivisa.

Il servizio del Tg8

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Scuola in Abruzzo, prima campanella in ritardo: si riapre il 16 settembre"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*