Scontri Rimini Teramo: patteggiano tifosi arrestati

giustizia

Scontri Rimini Teramo: patteggiano tifosi arrestati. Tornano in libertà i tre teramani arrestati sabato prima della partita e trovati in possesso di petardi.

Scontri Rimini Teramo. I tre tifosi teramani finiti in manette durante gli scontri tra tifoserie avvenuti prima della partita di calcio Rimini Teramo. Si tratta di tre persone incensurate: Raffaele Gramenzi, 25 anni che ha patteggiato la pena di 10 mesi e 1200 euro di multa, Davide Piotto, 23 anni che ha patteggiato 8 mesi e 1000 euro di multa e Filippo Partenza 19enne che ha patteggiato 5 mesi e 20 giorni e 700 euro di multa. Nei loro confronti è scattata anche la diffida di due anni , il Daspo , limitatamente alle partite del Teramo . Quando la squadra disputerà le gare dovranno recarsi in questura per la firma. Lo stesso provvedimento potrebbe essere preso anche nei confronti di altre 16 tifosi teramani denunciati per rissa. Sono in corso indagini per identificare gli ultras del Rimini che avrebbero accerchiato ed aggredito i teramani ad un semaforo mentre erano in auto nei pressi del bar Pascoli , ritrovo della tifoseria riminese. Ne è nato un tafferuglio che ha dato il via d una rissa .

Articolo precedente:

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Scontri Rimini Teramo: patteggiano tifosi arrestati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*