Scerne di Pineto, marocchino salvato due volte da suicidio

A Scerne di Pineto un marocchino si piazza sulle rotaie prima del passaggio di un treno. Fermato dai poliziotti anche prima di buttarsi da un terrazzo

Il movimentato episodio è avvenuto sabato pomeriggio, a partire dalla segnalazione della presenza di un giovane che sostava su un binario nelle vicinanze della Stazione di Scerne di Pineto, con palese intenzione suicida. Immediato l’intervento di una Volante sul posto. Il 30enne cittadino del Marocco, visti gli Agenti ha iniziato a fuggire ed ha così raggiunto un’abitazione vicina, riuscendo a salire sul tetto a terrazzo, al terzo piano dello stabile. Da qui ha iniziato, urlando, a manifestare intenzioni suicide. Sul posto è giunto anche un medico del 118, con medico. Mentre un agente dalla strada riusciva a tenere a bada il giovane con la discussione, l’altro poliziotto ha raggiunto senza farsi notare il terrazzo, ed ha immobilizzato il magrebino, seppure a fatica. Trasportato all’Ospedale Civile di Giulianova, l’extracomunitario, che ha dichiarato di aver fatto uso di cocaina, è stato ricoverato in psichiatria ed è stato adottato nei suoi confronti il Trattamento Sanitario Obbligatorio. Nel corso dell’operazione i poliziotti hanno riportato lievi contusioni.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Scerne di Pineto, marocchino salvato due volte da suicidio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*