Sant’Omero: soccorre parente dopo incidente, ma gli sequestrano il mezzo

Autosave-File vom d-lab2/3 der AgfaPhoto GmbH

Presta soccorso a un parente coinvolto in un incidente stradale, ma, una volta giunto sul posto, i carabinieri gli sequestrano il mezzo non in regola: è accaduto al proprietario di un furgoncino a Sant’Omero.

L’incidente, un semplice tamponamento senza conseguenze gravi, è avvenuto sulla strada provinciale 17, tra Civitella del Tronto, Villa Ricci e Floriano di Campli. Uno degli automobilisti coinvolti nell’impatto ha chiamato un parente per avere un supporto, ma, quando l’uomo è giunto sul luogo dell’incidente con il suo furgoncino, i carabinieri, intervenuti per i rilievi del caso, hanno esteso i controlli anche al mezzo sopraggiunto in soccorso, scoprendolo privo di copertura assicurativa e con revisione scaduta.

I militari, applicando il regolamento del codice stradale, non hanno potuto far altro che sequestrare il furgoncino, lasciando a piedi l’uomo che era giunto sul posto solo per prestare soccorso al parente incidentato.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Sant’Omero: soccorre parente dopo incidente, ma gli sequestrano il mezzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*