Sant’Egidio alla Vibrata, ordinanza restrittiva per maltrattamenti

Un uomo di Sant’Egidio alla Vibrata allontanato dal Gip dalla compagna, che ha denunciato molestie e maltrattamenti

E’ stata notificata dai carabinieri ad un 50enne di Sant’Egidio alla Vibrata (N.R.) l’ordinanza del Gip di Teramo Canosa che gli impone di osservare una distanza minima di 500 metri dalla sua convivente e ai luoghi dove essa si trova. Il provvedimento restrittivo è stato adottato a seguito della richiesta del Pm Giovagnoni, che ha coordinato le indagini dei carabinieri di Sant’Egidio. A denunciare i fatti ed il suo persecutore, è stata l’ex compagna dell’uomo, una 45enne, la quale si è decisa a rivolgersi alle forze dell’ordine circostanziando una serie di episodi di maltrattamenti subiti fino allo scorso 15 luglio. Oltre alla denuncia subìta, l’uomo dovrà ora evitare di comunicare con la ormai ex compagna, allontanandosi dalla casa familiare e osservare una distanza di almeno 500 metri dalla donna e dai luoghi dalla stessa frequentati.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Sant’Egidio alla Vibrata, ordinanza restrittiva per maltrattamenti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*