Sant’Egidio alla Vibrata: anziano morto, quattro indagati

Sono quattro gli indagati per la morte di Alfredo Pizzogallo, l’82enne deceduto qualche giorno fa, dopo essere stato investito a Sant’Egidio alla Vibrata durante una competizione ciclistica.

Oggi intanto si è svolta l’autopsia effettuata dall’anatomopatologo Giuseppe Sciarra, i cui risultati serviranno a fare chiarezza sulle cause del decesso dell’82enne di Civitella, deceduto nel reparto di rianimazione del Mazzini di Teramo, dove era ricoverato da due settimane, a seguito dell’incidente ciclistico.

Gli iscritti al registro degli indagati dal pm Laura Colica al momento sono quattro, come risultante di un atto dovuto in vista dell’autopsia: si tratta di un medico dell’ospedale di Sant’Omero (dove l’anziano aveva ricevuto le prime cure prima di essere trasferito a Teramo), due medici del Mazzini e un responsabile della gara ciclistica.

Sulla dinamica dell’incidente indagano i carabinieri di Sant’Egidio che, oltre ad aver acquisito la cartella clinica dell’anziano, hanno ascoltato diversi testimoni, i quali avrebbero riferito come l’82enne avrebbe attraversato la strada all’improvviso, senza accorgersi del sopraggiungere dei ciclisti.

Sii il primo a commentare su "Sant’Egidio alla Vibrata: anziano morto, quattro indagati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*