San Salvo: maestra assolta dalla Corte d’Appello

giustizia

San Salvo: maestra assolta dalla Corte d’Appello. Era accusata di abuso di mezzi correttivi nei confronti di un bimbo di due anni.

San Salvo: maestra assolta dalla Corte d’Appello dall’accusa di abuso di mezzi correttivi. L’educatrice di un asilo nido avrebbe tappato la bocca ad un bimbo di due anni con il nastro adesivo.  I giudici della Corte d’Appello de L’Aquila ,che hanno confermato la sentenza di primo grado , hanno accolto le testimonianze dei genitori di altri bambini dell’asilo nido che hanno difeso l’insegnante. Il suo nome non è stato pubblicato perchè la vittima del presunto abuso ,che nel 2009 aveva due anni, è minorenne. I genitori del piccolo presentarono denuncia alla magistratura perchè uno dei due ha riferito di essersi recato nell’asilo e di aver sentito il figlio piangere. Dalla porta dell’aula avrebbe visto l’insegnante che prendeva il nastro adesivo e lo metteva sulla bocca del bimbo per farlo tacere. La maestra ha riferito di averlo solo avvicinato al viso del piccolo ma di non averlo  usato. L’educatrice rischiava pene severe ma le testimonianze rese dagli altri genitori degli altri bambini ed amichetti del presunto maltrattato hanno totalmente scagionato l’operato della insegnante e la bontà dei metodi educativi da lei adottati.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "San Salvo: maestra assolta dalla Corte d’Appello"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*