San Salvo, furbetti Imu: false residenze e cinque villini abusivi

A San Salvo i controlli della polizia municipale portano alla luce cinque casi di abusivismo edilizio e scovano i furbetti dell’Imu che, avvalendosi delle false residenze, non pagavano le dovute tasse.

Si annunciano tempi duri per gli evasori fiscali e per i colpevoli di abusi edilizi nel comune costiero in provincia di Chieti: il blitz della polizia municipale si è concentrato soprattutto a San Salvo Marina, dove sono stati accertati centinaia di casi di residenze fittizie, per le quali i beneficiari traevano vantaggi sul pagamento delle tasse comunali.

Ulteriori accertamenti sono in corso su trentadue situazioni rilevate dai vigili, mentre cinque casi di abusivismo edilizio sulla costa sono stati segnalati alla Procura dal sindaco Tiziana Magnacca. Si tratterebbe di costruzioni che non avrebbero ricevuto le necessarie autorizzazioni edilizie e sulle quali sono in corso ulteriori verifiche.

 

Sii il primo a commentare su "San Salvo, furbetti Imu: false residenze e cinque villini abusivi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*