San Giovanni Teatino: coach accusato di pedofilia, slitta perizia

tribunalechieti

Slittamento della consegna della perizia sul caso dell’allenatore presunto pedofilo di San Giovanni Teatino. I ragazzini hanno confermato le accuse: sono attendibili?

Proroga di dieci giorni per uno dei passaggi-chiave nel procedimento riguardante i casi di violenza su minori a carico di Riccardo Furgiuele, l’allenatore di baseball di San Giovanni Teatino, in carcere dallo scorso 22 marzo: sui tratta della consegna della perizia affidata alla psicologa Gloria Colabufalo che trarrà le sue conclusioni sulla affidabilità delle testimonianze degli otto ragazzini che avrebbero subito abusi sessuali. L’incidente probatorio, svoltosi con le più accurate cautele ha cristallizzato le testimonianze dei ragazzini, che hanno raccontato le circostanze degli abusi: adesso, come avviene abitualmente nei casi in cui vi sono deposizioni di minori, serve un vaglio di un professionista sulla affidabilità delle stesse. La dottoressa Colabufalo avrebbe dovuto depositare la perizia entro la giornata di ieri, ma ha chiesto un breve slittamento, evidentemente per ulteriore scrupolo. I legali delle famiglie dei bimbi coinvolti, hanno sottolineato la necessità che questa fase si chiuda in tempi brevi, anche perché ritengono importante che i ragazzini intraprendano al più presto un percorso di supporto psicologico o di psicoterapia, per dimenticare al più presto questa brutta storia.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "San Giovanni Teatino: coach accusato di pedofilia, slitta perizia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*