San Giovanni Teatino, sequestro a centro biocombustibili

Un sito industriale per la produzione di biocombustibile e’ stato sequestrato dalla guardia di finanza a San Giovanni Teatino.

Le Fiamme Gialle della Sezione Aerea di Pescara, nell’ambito dei servizi di polizia giudiziaria e di controllo economico del territorio disposti dal Reparto Operativo Aeronavale, hanno eseguito un sopralluogo nel corso del quale sarebbe emersa una gestione illecita gestione dei rifiuti con produzione abusiva di biocombustibili (pellet e tronchetti). Sequestrati anche 500.000 chili di prodotto confezionato (pellet e tronchetti) pronto per essere posto in commercio, per un valore complessivo di oltre 500.000 euro. Il materiale, infatti, e’ risultato essere, come riportato dai certificati di analisi di laboratorio, non conforme ai parametri di legge di cui alla norma UNI EN ISO 17225, mentre, per cio’ che attiene la segatura in ingresso, e’ stata rilevata la presenza di metalli pesanti.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "San Giovanni Teatino, sequestro a centro biocombustibili"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*