Salmonella nelle vongole, a Alba Adriatica e Martinsicuro ordinanze dei sindaci

Vietata la vendita di molluschi non depurati in due comuni, per il rischio salmonella nelle vongole a Alba Adriatica e Martinsicuro

Le ordinanze dei due sindaci (che non riguardano, va sottolineato, la balneazione) si sono rese necessarie dopo che le autorità sanitarie hanno rinvenuto il batterio della salmonella in diversi tratti di mare dove si pescano i molluschi di fronte alla costa delle due località. Nelle ordinanze i due sindaci Tonia Piccioni e Paolo Camaioni obbligano gli operatori della pesca a depurare le vongole oppure a conferirli nei centri di trasformazione autorizzati. In sostanza ad essere immediata è la sola vendita diretta. Sempre nelle ordinanze viene imposto il ritiro dal commercio delle vongole pescate nei tratti inquinati. Per Martinsicuro il divieto è esteso all’intero tratto di mare prospiciente la città, mentre minore è il tratto interessato ad Alba Adriatica.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Salmonella nelle vongole, a Alba Adriatica e Martinsicuro ordinanze dei sindaci"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*