Roseto, frase sessista in consiglio: “Va’ a fare i piatti”

A Roseto frase sessista in consiglio comunale: il “Va’ a fare i piatti” indirizzato da Antonio Norante a Teresa Ginoble accende la seduta.

Un invito di quelli che non si sentivano da tempo e che non poteva certo passare inosservato. Un invito che però, se di fronte ci fosse stato un uomo, probabilmente non sarebbe uscito dalla bocca di chi l’ha pronunciato.L’improvvida esclamazione del forzista Antonio Norante, consigliere comunale a Roseto, ha fatto infuriare la destinataria dell’esortazione, la consigliera Pd Teresa Ginoble, e non solo lei. La frase in questione, “Vai a casa a fare i piatti”, da più parti è stata letta come un insulto di tipo sessista. Tutto si è svolto durante la seduta consiliare di giovedì sera, durante la quale il capogruppo di Forza Italia Norante aveva pronunciato le infelici parole all’indirizzo della consigliera Ginoble. Da qui si è innescata una discussione dai toni molto accesi tra lo stesso Norante e il consigliere del Partito Democratico Enzo Frattari, intervenuto per difendere la collega Ginoble e il genere femminile tutto, quello che evidentemente per Norante dovrebbe limitarsi alle faccende di casa anziché avere la velleità di fare politica. Perché si sa, un uomo in cucina è uno chef, mentre una donna resta sempre una casalinga.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Roseto, frase sessista in consiglio: “Va’ a fare i piatti”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*