Protezione Civile Abruzzo: riuscito il “disastro simulato” a Lanciano

La macchina dei soccorsi della Protezione Civile della Regione Abruzzo, impegnata nella maxi simulazione di un’emergenza sanitaria, ha avuto il suo banco di prova a Lanciano, nel deposito ferroviario della TUA.

Domenica mattina è stato simulato un incidente ferroviario, ovvero la collisione tra un convoglio passeggeri e un treno merci con una ferrocisterna in composizione contenente toluene (liquido altamente infiammabile).

La simulazione dell’incidente ferroviario è avvenuta alle ore 9:10 circa con la collisione tra il convoglio passeggeri, con a bordo circa 80 figuranti, e la ferrocisterna. Lo scontro è stato accompagnato sia con effetto visivo che sonoro, riproducendo l’impatto e l’incendio a seguito dell’urto.

Dopo l’incidente tra i treni è scattata immediatamente la macchina dei soccorsi, attivata dal personale del treno passeggeri e del centro operativo di Tua Spa con la richiesta di intervento di soccorsi al comando dei Vigili del fuoco.

Il 115 è intervenuto immediatamente ed ha innescato il successivo coinvolgimento di tutta l’organizzazione dei soccorsi. Nell’area dell’officina Torre Madonna sono state allestite anche tende e strutture mobili destinate al soccorso di primo intervento ed il coinvolgimento anche di elicotteri del 118 e dei Vigili del fuoco. A coordinare la parte sanitaria dell’operazione il dottor Alberto Albani, referente regionale per le Emergenze Sanitarie e direttore del Dipartimento emergenza-urgenza della Asl di Pescara, nell’ottica della condivisione delle procedure di intervento degli enti preposti al soccorso ha sottolineato come “l’Abruzzo, a causa delle ripetute emergenze che ha dovuto fronteggiare negli ultimi anni, ha sviluppato un know-how unico in Italia, preso a modello non solo da molte altre regioni, ma anche all’estero”.

Florindo Fedele, responsabile delle infrastrutture ferroviarie di Tua Spa, è stato il coordinatore e l’interfaccia dell’azienda unica di trasporto con l’organizzazione della maxi emergenza.

In rappresentanza del Cda di Tua Spa il consigliere Carmine Paolini: “Come Tua ringraziamo in modo particolare la Regione Abruzzo – ha dichiarato il membro del consiglio di amministrazione di Tua Spa – che ha compreso l’importanza di testare la macchina dei soccorsi per aiutare la cosa più importante da salvare in simili scenari, cioè il capitale umano”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Protezione Civile Abruzzo: riuscito il “disastro simulato” a Lanciano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*