Rissa a San Nicolò a Tordino, incinta aggredita da ubriaco

Un ubriaco insulta e strattona una ragazza incinta. Nella rissa a San Nicolò a Tordino resta ferito anche il compagno

L’episodio è avvenuto domenica pomeriggio nella frazione teramana di San Nicolò a Tordino. La ragazza, al quarto mese di gravidanza, stava facendo una passeggiata con il suo compagno, quando è stata insultata e aggredita anche fisicamente da un uomo visibilmente alticcio, prima per strada e poi nei pressi di una gelateria. Per difenderla dall’aggressione è intervenuto anche il fidanzato. Ma accecato dall’alcol, l’energumeno non si è fermato. La ragazza ha riportato ecchimosi risultate guaribili in 15 giorni. 20 giorni di prognosi per il compagno, mentre l’aggressore se l’è cavata con una botta in testa. Se la cosa avrà il suo seguito in sede legale, fanno riflettere le dichiarazioni della ragazza aggredita riportate dal quotidiano Il Messaggero, secondo le quali in tanti avrebbero assistito in strada e dalle finestre alla violenza, senza che nessuno dei testimoni muovesse un dito in loro soccorso.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Rissa a San Nicolò a Tordino, incinta aggredita da ubriaco"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*