Rinvenuto cadavere sul Tronto

Rinvenuto cadavere sul Tronto, nel territorio di Controguerra. Disposta autopsia per risalire alle cause del decesso.

Il cadavere di uno sconosciuto dall’età apparente di circa 50 anni, è stato rinvenuto nella tarda mattinata di oggi lungo l’argine del fiume Tronto, nel territorio del Comune di Controguerra al confine con le Marche. Il corpo era riverso bocconi a pochi metri dall’acqua ma non era bagnato e non presentava segni di violenza: era vestito ma indosso non c’erano documenti di identità. Secondo un primo esame esterno, anche per la presenza di alcune macchie ipostatiche, la morte potrebbe risalire al giorno di Natale. A segnalare la presenza del corpo è stato un passante cheta avvertito i carabinieri, verso mezzogiorno: sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica e quelli del reparto operativo del comando provinciale di Teramo per le indagini sul caso. A una decina di metri dal cadavere, oltre ad alcuni oggetti personali e qualche moneta, sono stati rinvenuti anche i resti di un giaciglio di fortuna, il che potrebbe far ipotizzare che l’uomo fosse un senzatetto che vivesse di espedienti e che dormisse in zona. Sul ritrovamento è stato aperto un fascicolo dal sostituto procuratore Greta Aloisi che ha disposto l’autopsia. La salma è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale di Sant’Omero.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Rinvenuto cadavere sul Tronto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*