Rapinarono coetaneo a Roseto, arrestati due giovani

Rapinarono un coetaneo di una collanina a Roseto, arrestati due ventenni dopo le indagini dei carabinieri.

Lo avevano avvicinato e minacciato per strappargli la collanina in oro del valore di circa mille euro. Prima di dileguarsi i due sconosciuti avevano terrorizzato la giovane vittima, un rosetano, facendo intendere che sarebbe “finito su una sedia a rotelle” se avesse raccontato quanto accaduto. L’episodio si verificò nel pomeriggio del 14 maggio scorso a Roseto. All’alba di questa mattina, i carabinieri del Nucleo Operativo di Giulianova e delle stazioni di Roseto degli Abruzzi e di Pineto, hanno arrestato S.D.M. e M.C., entrambi ventenni, rispettivamente di Roseto e di Pineto con l’accusa di concorso in rapina. Nonostante la grave minaccia, infatti, la vittima si recò subito dai militari e raccontò quanto accadutogli. Le indagini si sono protratte per alcuni mesi al fine di ottenere un quadro indiziario solido a carico dei due indagati, sulla base del quale il gip del tribunale di Teramo ha emesso le due ordinanze di custodia cautelare in carcere. I due giovani sono stati arrestati nelle loro rispettive abitazioni e, dopo le formalità di rito in caserma, rinchiusi nel carcere di Castrogno.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Rapinarono coetaneo a Roseto, arrestati due giovani"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*