Rapina in gioielleria a Vasto, arrestato un pugliese

I Carabinieri nelle indagini relative alla rapina in gioielleria a Vasto dell’11 aprile a “Sarni Oro” nel centro commerciale “Pianeta” hanno arrestato un pugliese

L’arresto è avvenuto a carico di Berardino D’Aloia di 25 anni di San Severo, ritenuto uno dei 5 autori del reato. L’11 aprile scorso quattro uomini con il volto travisato da maschere, di cui uno impugnava una pistola semiautomatica, avevano fatto irruzione all’interno di “Sarni Oro” del Centro Commerciale, alla presenza di due commesse e dei clienti del vicino supermercato. Vennero rapinati monili in oro da uomo, donna e bambino per un valore complessivo di circa mezzo milione di euro. Fuggiti all’esterno, i criminali erano fuggiti a bordo di un’Alfa Giulietta rossa guidata da un quinto complice che li attendeva col motore acceso. Proprio il guidatore negli attimi prima della fuga aveva colpito violentemente sul capo un cliente del centro commerciale che stava parlando al telefono solo perché convinto che quest’ultimo stesse chiamando le forze dell’ordine.
Attraverso proprio quell’auto (rubata a Termoli) gli investigatori hanno individuato una rimessa presa in locazione da D’Aloia quale base logistica e di nascondiglio dell’Alfa Romeo. L’ordinanza di custodia a carico di D’Aloia è stata eseguita ieri in Provincia dell’Aquila: recluso a Vasto, dovrà rispondere di rapina aggravata in concorso, riciclaggio, detenzione e porto di armi, incendio di autovettura. Le indagini dei carabinieri continuano a caccia degli altri responsabili.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Rapina in gioielleria a Vasto, arrestato un pugliese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*