Ragazza trovata morta su A14 Tortoreto: nuovo appello del papà

Tortoreto-gettata-su-a14-già-mortaRagazza-morta-su-A14

“Troppi dubbi, troppe domande: vogliamo delle risposte”. Così Luciano Di Sabatino ai microfoni della trasmissione “Chi l’ha visto?”. E’ questo il nuovo appello del papà di Giulia, la ragazza trovata morta sull’A14 a Tortoreto, dopo essere precipitata sull’autostrada da un cavalcavia.

I genitori di Giulia escludono che la 19enne si sia suicidata la notte del suo compleanno e il padre della ragazza ipotizza che qualcuno abbia abusato di lei.

Sul mistero che avvolge il decesso di Giulia sono in corso le indagini della procura che ha aperto un fascicolo per istigazione al suicidio, indagando per atto dovuto il conducente della vettura che la notte della scomparsa di Giulia accompagnò la 19enne fino al cavalcavia e che intorno all’una di notte postò sul profilo facebook della giovane un “Buona notte fiorellino”. Ad oggi però le perquisizioni effettuate non avrebbero fatto emergere nulla a suo carico dell’uomo.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Ragazza trovata morta su A14 Tortoreto: nuovo appello del papà"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*