Provincia L’Aquila, spazzaneve “facili”: 4 a processo

In Provincia de L’Aquila spazzaneve acquistati in complicità tra dipendenti e imprenditori: saranno processati in quattro.

Rinviati a giudizio dal Gip de L’Aquila a seguito dell’inchiesta del PM Antonietta Picardi, con le indagini affidate alla Polstrada de L’Aquila due dipendenti -all’epoca dei fatti- del settore viabilità della Provincia de L’Aquila e due imprenditori, con accuse a vario titolo che vanno dal falso alla turbativa d’asta, dall’abuso alla truffa. I fatti si riferiscono all’acquisto di alcuni spazzaneve con i fondi a disposizione della Provincia per l’emergenza post-sisma. Secondo l’accusa attraverso false attestazioni di malfunzionamento dei vecchi spazzaneve dismessi e rottamati (ma uno poi sarebbe stato persino rivenduto da un autodemolitore), si sarebbe creata la condizione per l’acquisto di mezzi nuovi di zecca con una gara d’appalto a sua volta “pilotata”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Provincia L’Aquila, spazzaneve “facili”: 4 a processo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*