Pronto Soccorso Lanciano, si infuria contro le operatrici, arriva la Polizia

ospedale-lanciano

Notte movimentata al Pronto Soccorso a Lanciano. Padre nervoso per l’attesa delle cure al figlio si scaglia contro le infermiere, che lo denunciano alla Polizia.

L’episodio è avvenuto al “Renzetti” la scorsa settimana, ma se ne è avuta notizia soltanto adesso che due operatrici del Pronto Soccorso hanno deciso di sporgere querela al Commissariato di Polizia, nei confronti di un uomo accusato di averle aggredite verbalmente mentre erano al lavoro.

L’uomo era giunto al Pronto Soccorso con il figlio di 17 mesi che aveva battuto la testa ed aveva un bernoccolo. Agitato e impaziente già durante il “triage” nel rispondere alle prime domande di accettazione, al bimbo è stato assegnato il codice giallo (soprattutto per l’età, non per la gravità del caso, secondo i medici). Ma dopo qualche minuto, in attesa della visita, l’uomo ha iniziato a dare in escandescenze, è salito in Pediatria da dove è stato rispedito al Pronto Soccorso. Qui avrebbe fatto irruzione in una sala dove era in corso una visita per un codice rosso continuando ad aggredire verbalmente le infermiere. A quel punto è stato chiamato il personale della Polizia, che ha convinto l’uomo a calmarsi.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Pronto Soccorso Lanciano, si infuria contro le operatrici, arriva la Polizia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*