Progetto Noemi, da Pescara formazione al “Gaslini”

Proseguono le iniziative della onlus Progetto Noemi di Andrea Sciarretta con Asl e Regione per istituire l’unità di terapia sub intensiva pediatrica a Pescara. Personale in formazione al Gaslini di Genova.

Oggi il primo incontro per promuovere la formazione all’ospedale pediatrico Gaslini di Genova del personale medico e infermieristico che sarà impiegato nell’unità che nascerà all’ospedale di Pescara, istituita con decreto commissariale lo scorso agosto. Andrea Sciarretta, presidente della Onlus Progetto Noemi (www.progettonoemi.com) e padre della piccola di 3 anni affetta dalla Sma 1, incontra il manager uscente della Asl pescarese Claudio D’Amario, da qualche giorno sostituito da Armando Mancini. Oltre alla formazione di medici, anestesisti e infermieri, si punta all’avvio del bando per l’acquisto di macchinari e l’allestimento delle stanze per i due posti letto di terapia sub intensiva. La battaglia, per istituire il reparto di sub intensiva per le malattie neurodegenerative è stata vinta da Sciarretta dopo oltre tre anni di ritardi e burocrazia. A tal proposito la prossima settimana si farà anche il punto con gli assessori Paolucci e Sclocco per i fondi regionali per il care giver familiare.
Sciarretta ha dichiarato: “All’input che ha dato Noemi auspichiamo che la Regione continui il notevole percorso di vicinanza ed impegni, stanziando capitoli di spesa annuali e continuativi, valorizzando sempre il lavoro di cura familiare”. Quanto alla formnazione “Il Gaslini di Genova è un ospedale che costituisce un’eccellenza in Italia per formazione e gestione dei piccoli pazienti affetti da malattie neuro muscolari – ha concluso Sciarretta – Il personale è molto competente e saprà formare al meglio le professionalità mediche e infermieristiche dell’istituendo reparto di terapia sub intensiva pediatrico ”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Progetto Noemi, da Pescara formazione al “Gaslini”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*