Processo per droga e estorsione a Teramo, in 7 alla sbarra

Il Gup di Teramo rinvia a giudizio 7 imputati per spaccio di droga e estorsione, in prevalenza rom, che agivano nella provincia.

Sette i rinvii a giudizio e due richieste di patteggiamento, con le relative posizioni che saranno definite in una nuova udienza il 20 aprile. E’ l’esito dell’udienza preliminare davanti al gup Roberto Veneziano per traffico di stupefacenti ed estorsione aggravata. A condurre l’operazione i Carabinieri di Giulianova con il coordinamento del pubblico ministero Luca Sciarretta. L’inchiesta era scattata a marzo dello scorso anno e aveva portato gli uomini del radiomobile di Giulianova a sequestrare, in un anno, oltre un chilo di hashish, 150 grammi di cocaina e 100 di eroina. A gestire lo spaccio principalmente cittadini rom con vere e proprie attività estorsive nei confronti dei clienti che non pagavano il corrispettivo di quanto acquistato. La prima udienza del processo si terrà il 18 ottobre.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Processo per droga e estorsione a Teramo, in 7 alla sbarra"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*