Processionaria a Chieti, il Pd: “Cosa si aspetta ad intervenire?”

processionariaprocessionaria

Il consigliere Alessandro Marzoli (Pd) reitera la richiesta di intervento delle autorità per frenare il dilagare della processionaria a Chieti. Bimbi al pronto soccorso e cani avvelenati.

“E’ rimasto inascoltato” -ha affermato Marzoli- “il mio appello delle scorse settimane ad intervenire: le zone più colpite dal dilagare dell’insetto sono la villa comunale dove occorre stare attenti anche a sedersi sulle panchine, Filippone, la zona Levante e alcune aree dello Scalo. Non voglio fare allarmismo strumentale, ma segnalare la necessità di intervenire seriamente nelle aree pubbliche come stanno facendo i privati a loro spese nelle proprie”. La disinfestazione è urgente anche perché la bella stagione si avvicina e con i bambini si esce di casa, rischiando disavventure come quelle che sono capitate ad alcuni, finiti al Pronto Soccorso. L’effetto urticante dell’insetto simile ad un bruco rischia di produrre gravi conseguenze anche sui cani.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Processionaria a Chieti, il Pd: “Cosa si aspetta ad intervenire?”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*