Preso il sequestratore dell’assessore di Cepagatti

Sequestrò e rapinò a mano armata di 100 euro un assessore di Cepagatti. Arrestato dai carabinieri 49enne del posto

A meno di una settimana dall’episodio i militari hanno stretto il cerchio attorno a Giampiero Ferrone, 49 anni di Cepagatti, ora finito in carcere in esecuzione di un provvedimento cautelare del Gip di Pescara. E’ lui, secondo gli investigatori dell’arma, l’autore (indagato sin dall’imminenza dei fatti) della aggressione armata a Tiziano Santavenere, assessore comunale di Cepagatti (nella foto), avvenuta nei pressi del castello Marcantonio. Santavenere venne avvicinato e minacciato pistola in pugno: l’aggressore gli aveva chiesto dei soldi (100 euro) e poi lo ha sequestrato per “un giro in macchina” facendosi accompagnare dall’assessore in Via Orione a Pescara nel quartiere Rancitelli. Il sequestratore è a quel punto sceso dall’auto minacciando Santavenere nel caso avesse denunciato la rapina subita. Questi invece non ha esitato e -denunciando il fatto ai carabinieri- ha indirizzato le indagini sulla pista giusta: quella riguardante Ferrone, già noto a Cepagatti per altri episodi legati ad un evidente stato di difficoltà e di alterazione, ma mai di una così grave entità

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Preso il sequestratore dell’assessore di Cepagatti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*