Porto di Vasto, in aumento il traffico merci

Il porto di Vasto continua a crescere per volume dei traffici e numero di attracchi. Nel 2019 le navi che hanno fatto rotta sullo scalo marittimo sono aumentate dell’11 per cento rispetto al 2018, secondo i dati dell’Agenzia Marittima.

Unico dato in flessione per i prodotti liquidi. In forte aumento il traffico legato ai furgoni, con un più 48 per cento, e alle torri eoliche che sono quintuplicate. Le navi partite da Punta Penna fanno rotta, nella maggior parte dei casi, verso America, Grecia, Francia, Germania e Italia. Dati forniti dall’Agenzia Marittima Vastese che evidenzia come, con il completamento di alcuni lavori, il porto vanterebbe pescaggi fino a 12 metri, caratteristica di pochissime strutture sul mare Adriatico. “Alla crescita del porto è legato anche lo sviluppo turistico con il transito passeggeri – sottolinea l’Agenzia Marittima – Gli operatori guardano al 2020 con grande fiducia e auspicano un intervento regionale che, nel concreto, dia forza alla dotazione infrastrutturale”. “Tutelare il lavoro, porre le basi per nuove iniziative imprenditoriali, rilanciare i settori strategici dell’economia regionale, a partire dal turismo – prosegue l’Agenzia Marittima – tutto ciò passa attraverso il potenziamento del porto di Vasto che vive una sua centralità nel sistema logistico dell’Abruzzo”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Porto di Vasto, in aumento il traffico merci"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*