Pizzoferrato, fogne sequestrate, ma continuano a scaricare

valle-sole-pizzoferrato

Al villaggio Valle del Sole di Pizzoferrato fogne sequestrate dalla magistratura, ma due operatori turistici continuano a scaricare. Denunciati a piede libero.

Non tutti si sono adeguati al giro di vite del Procuratore Capo di Lanciano Francesco Menditto e del Sindaco Palmerino Fagnilli, per riportare la legalità nella zona dell’insediamento ricettivo “Valle del Sole”, dove da anni si producono gravissimi effetti ambientali per la non funzionalità delle fognature in ben 1600 alloggi. Nei mesi scorsi il Comune aveva preso la decisione clamorosa di costruire un nuovo depuratore mettendo le spese a carico dei consorziati, ma non tutti l’hanno… presa bene. In particolare due imprenditori sono accusati di aver violato il sequestro delle fognature operato dalla magistratura simulando di raccogliere le acque reflue in un centro di stoccaggio, ma in realtà le avrebbero fatte defluire nella rete fognaria, con le immaginabili conseguenze sul fronte ambientale. E adesso, a loro carico, anche sul fronte penale.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Pizzoferrato, fogne sequestrate, ma continuano a scaricare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*