Pineto: polizia chiude sala scommesse con minorenni

sala-scommesse

Pineto: una sala scommesse di Pineto è stata chiusa per dieci giorni dalla polizia di stato che, a seguito di controlli, ha sanzionato anche quattro esercizi pubblici tra Atri e Silvi.

L’ordinanza di chiusura per 10 giorni a partire dal 1 marzo è stata emessa dall’amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato di Pescara e notificata nei giorni scorsi dalla polizia di Atri a carico di un esercente della sala scommesse di Pineto di via De Titta, poiché lo scorso maggio all’interno dell’area giochi erano stati trovati due minorenni di diciassette anni, identificati davanti a una postazione adibita al gioco delle scommesse.

Oltre alla chiusura, a titolo di sanzione amministrativa, al titolare della sala scommesse è stata anche comminata la sanzione pecuniaria di 5.000 €.

Nei guai sono finiti anche altri quattro esercizi pubblici, di cui tre siti a Silvi (due in via d’Annunzio e uno in via Rossi) e uno ad Atri (in corso Adriano), ai quali la polizia ha notificato 3.000 € di sanzioni amministrative per ogni locale, per violazione della normativa concernente l’esposizione della tabella dei prezzi dei prodotti erogati.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Pineto: polizia chiude sala scommesse con minorenni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*