Pescara: ZTL, le multe si evitano così

Pescara-multe-ZTL

Pescara: ZTL, le multe si evitano così. Arriva la prima raffica di multe per le violazioni alla normativa per gli accessi nelle Zone a Traffico Limitato e le contravvenzioni non sembrano fare più notizia.

Nessuna smentita, la pioggia di multe nelle ZTL sembra essere caduta davvero e, in fin dei conti, attorno alle macchine in divieto di sosta se ne sono viste, scritte e dette così tante che le multe non dovrebbero nemmeno fare più notizia. La domanda semmai è un’altra: gli automobilisti recentemente multati per essere entrati nelle zone a traffico limitato se lo meritavano? Assolutamente sì, ribadisce il comandante della Polizia Municipale, Carlo Maggitti; le multe arrivano solo a chi deve riceverle, per essere entrato nella ZTL senza permesso. Maggitti ricorda anche che dell’entrata in funzione delle telecamere è stata data ampia notizia e che sul sito del Comune di Pescara, alla voce Mobilità, è spiegato per filo e per segno chi può chiedere, e ottenere, la necessaria autorizzazione, e anche in quali uffici presentarsi. Per tutti gli altri, quelli che non ne hanno diritto perché non residenti, non portatori di disabilità né titolari di esercizio commerciale, meglio astenersi. Meglio anche non parcheggiare nelle immediate vicinanze di una telecamera, ricordandosi che sono poste proprio all’inizio delle strade interdette e quindi è un po’  come se avessero gli occhi anche dietro. Insomma, transitare nelle ZTL non avendone titolarità è un po’ come farsi un selfie in una situazione compromettente: stupido.

L'autore

Paolo Castignani
Giornalista professionista dal 1996, ha esordito nel 1982 come cronista sportivo per testate locali e nazionali. Ha all’attivo esperienze in radio, settimanali, agenzie di stampa e uffici stampa. Lavora dal 1988 a Rete8 dove, dal 2004, cura e conduce trasmissioni di medicina.

Sii il primo a commentare su "Pescara: ZTL, le multe si evitano così"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*