Pescara: varata dalla giunta la tassa di soggiorno

pescara-ponte-del-mare

Pescara: approvata dalla giunta la tassa di soggiorno, applicata da hotel, b&b, pensioni e affittacamere ai turisti che sceglieranno il comune adriatico per le proprie vacanze.

La tassa è stata varata venerdì sera e rimarrà in vigore per almeno tre anni. Il contributo sarà pari a un euro al giorno per persona, verrà applicato per un massimo di sette giorni e riguarderà hotel, b&b, affittacamere e pensioni. La delibera, varata dalla giunta, dovrà ora arrivare alla commissione competente per essere esaminata e infine discussa dal consiglio comunale.

Per l’assessore Giacomo Cuzzi si tratta di “un contributo per rilanciare la vocazione turistica della città”.

E’ stato ipotizzato che la tassa di soggiorno porterà nelle casse comunali circa 70mila euro all’anno che saranno reinvestiti per finanziare iniziative ed eventi.

Intanto il 26 febbraio alle 16 è previsto all’Aurum un convegno sul turismo, per ragionare sulla programmazione e sulle azioni strategiche del settore.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Pescara: varata dalla giunta la tassa di soggiorno"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*