Pescara, ruba e poi aggredisce commerciante e poliziotti

A Pescara malvivente romano prova a rubare al supermercato. Scoperto, aggredisce il titolare e gli agenti di Polizia

Scoperto dopo un tentativo di furto in un supermercato, va in escandescenze e lancia una bottiglia di vino sul volto del responsabile dell’attività, ferendolo. Quando arriva la Polizia se la prende anche con gli agenti, insultandoli e sputando, ma alla fine viene bloccato. Un romano di 27 anni è stato quindi arrestato per tentata rapina impropria, lesioni personali aggravate, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.
All’ora di pranzo, ieri ha rubato della merce in un supermercato di via Misticoni, nascondendola sotto ai vestiti. Scoperto dal personale, il responsabile del negozio lo ha invitato a consegnare i prodotti. Con la riconsegna tutto sembrava finito quando l’uomo, nel dirigersi verso l’uscita ha preso una bottiglia di vino e l’ha lanciata contro l’addetto; poi ha scaraventato a terra l’intero espositore di vini. All’arrivo degli agenti il 27enne se l’è presa anche coi poliziotti. In Questura ha danneggiato perfino la camera di sicurezza. Alla fine è stato portato in carcere. Il responsabile del punto vendita ha riportato lesioni guaribili in sette giorni.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Pescara, ruba e poi aggredisce commerciante e poliziotti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*