Pescara, rapina in banca ai Colli

rapina-in-banca

70mila euro il bottino a Pescara della rapina in banca messa a segno stamani in via di Sotto ai Colli.

In azione al momento dell’apertura della filiale Caripe ai Colli sono entrati tre malviventi con addosso occhiali e parrucche, che si sono chiusi nell’istituto, hanno legato il personale e sono fuggiti con un bottino di circa 70mila euro. I rapinatori non erano armati, ma hanno mostrato un barattolo con dei fili elettrici dicendo che era pronto ad esplodere. Hanno atteso la direttrice all’esterno, l’hanno fatta entrare insieme ad altri tre dipendenti. Una volta dentro, hanno legato tutto il personale della banca, hanno atteso per un’ora l’apertura della cassaforte e l’hanno svuotata. Poi sono fuggiti a bordo di un’auto, rubata, secondo le prime informazioni, alla direttrice. Secondo le testimonianze si sarebbero espressi in italiano senza inflessioni dialettali. L’allarme è stato lanciato attorno alle 9 dai clienti insospettiti dalla mancata apertura. Sul posto la Polizia, con squadra Volante, Mobile e Scientifica. Indagini e ricerche in corso.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Pescara, rapina in banca ai Colli"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*