Pescara, il presepe vivente cerca il suo bambinello

Pescara, il presepe vivente cerca il suo bambinello. La natività, che si terrà il 20 dicembre, non ha ancora trovato il candidato ideale, un bimbo o una bimba di circa tre mesi.

La rievocazione della storia di Natale, con la regia di Maria Antonietta Feruglio, si terrà a Pescara il prossimo 20 dicembre, promossa dalla Presidenza del Consiglio del Comune e realizzata in collaborazione con l’associazione Umanità e cultura. Intanto si c’è attesa anche per le altre manifestazioni organizzate nell’ambito delle festività natalizie. Dopo l’apertura della mostra di presepi esposti dal 6 dicembre al Circolo Aternino, oggi alle 17,30 si esibirà, sempre a Pescara vecchia, il coro Francesco Paolo Tosti di Francavilla, diretto dalla maestra Loretta D’Intino e con la fisarmonicista Diana Baboro. Il calendario degli eventi promossi dal Comune riunisce diverse associazioni impegnate nella valorizzazione della tradizione abruzzese; il repertorio dei brani che verranno eseguiti dal coro Tosti va nella stessa direzione. Gli appuntamenti andranno avanti fino al 6 gennaio, quando a Pescara Vecchia arriverà la Befana con i doni per i più piccini.

“Le iniziative sono tante – ricorda il presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli – ma voglio anche rivolgere un appello a tutte le famiglie potenzialmente interessate: non abbiamo ancora il bambinello per la storia di Natale del 20 dicembre”.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Pescara, il presepe vivente cerca il suo bambinello"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*